Statuto

1 – DENOMINAZIONE , SEDE , DURATA

 

In data 15.06.2020, in Milano, viene costituita  l’Associazione senza scopo di lucro, denominata FEDERAZIONE IMPRESA LAVORO AMBIENTE SICUREZZA E COMUNICAZIONE 

( con l’acronimo FILASC, o altrimenti identificabile anche come CONFILASC) d’ora in avanti indicata come “Associazione”.

L’Associazione avrà sede in Milano, Roma, Bari, Verona  potrà comunque esercitare in altri luoghi, sia in Italia che all’Estero. E’ prevista  l’istituzione di sedi secondarie e unità locali.

L’Associazione è costituita a tempo indeterminato, è apartitica, non ha scopo di lucro e si ispira a principi democratici.

L’Associazione avrà durata illimitata e si estinguerà con la volontà della maggioranza assoluta dei Consiglio Direttivo.

 

2 – FINALITÀ DELL’ASSOCIAZIONE

 

L’Associazione ha lo scopo di tutelare gli interessi morali, sindacali, economici e comunque derivanti dall’esercizio d’impresa, delle Arti, delle Professioni e del Commercio, delle Associate.

In particolare l’Associazione:

1)     sostiene e promuove politiche economiche, fiscali, industriali, commerciali, professionali,  ambientali, della sicurezza e della comunicazione.;

2)     fornisce l’assistenza sindacale ad ogni categoria di imprese attraverso la stipula di accordi collettivi di lavoro assistendo gli imprenditori delle categorie rappresentate nell’impostazione e nella risoluzione delle varie questioni connesse alla disciplina nel rapporto di lavoro;

3)     stipula convenzioni, coordina lo sviluppo e le iniziative a livello territoriale e settoriale per la promozione delle aziende associate;

4)     fornisce assistenza alle Associate nelle controversie di lavoro, attraverso pareri di natura sindacale, tributaria, amministrativa relativamente all’attività dell’impresa;

5)     promuove lo sviluppo favorendo la collaborazione tra le Associate per mezzo di idonee iniziative economiche e sociali;

6)     ha la rappresentanza delle Associate nei confronti di qualsiasi Autorità, Amministrazione Pubblica o Ente, nonché delle Organizzazioni sindacali, economiche, sociali, culturali ecc.;

7)     studia i problemi, anche collaborando con Istituti di Ricerca e promuovendoli in Proprio,  e assume le opportune iniziative in merito alle problematiche connesse alla crescita infrastrutturale, sociale e sanitaria del territorio, con particolare riferimento agli insediamenti produttivi, a quelli della logistica, a quelli dei trasporti, dei sistemi sanitari e alla mobilità delle persone, delle merci e delle informazioni;

8)     assume le opportune iniziative per favorire lo sviluppo dell’istruzione tecnica e professionale, della ricerca, dell’innovazione tecnologica; incoraggia e promuove l’internazionalizzazione e lo sviluppo sostenibile delle imprese;

9)     concorre ed elabora con i competenti Organi pubblici o privati eventuali piani e programmi per lo sviluppo imprenditoriale;

10)  promuove la costituzione di categorie merceologiche e di gruppi di aziende aventi interessi comuni, omogenei o complementari;

11)  promuove la costituzione di forme associate – temporali o permanenti – di imprese, laddove risulti particolarmente conveniente ed opportuno operare attraverso l’aggregazione di interessi e risorse;

12)  designa e nomina i propri rappresentanti all’interno di Enti, Comitati, Consigli, Commissioni e altri Organismi in cui sia richiesta o ritenuta opportuna la rappresentanza dell’Associazione;

13)  assumere partecipazioni in Enti, Consorzi, Imprese ritenuti idonei e compatibili con gli scopi sociali,

adempie a tutti gli altri compiti particolari che, di volta in volta, venissero deliberati dall’Assemblea; compie quegli atti e svolge quelle attività che appaiano rispondenti al raggiungimento dei fini associativi

 

Inoltre L’Associazione si propone la finalità di promuovere e diffondere la cultura, gli studi e le ricerche la tutela del lavoro nuove metodologie di comunicazione ed informazioni della formazione che abbiano respiro e spazio internazionale, nel campo delle scienze economiche, finanziarie, filosofiche ed umane in genere.

Con tale finalità l’Istituto contribuisce alle dinamiche dell’istruzione, dell’approfondimento e delle problematiche di rilevante interesse per la comunità, operando come organismo culturale di ricerca, in grado di offrire strumenti di riflessione e di approfondimento caratterizzati dal rigore scientifico e da una pluralità di orientamenti, attraverso un centro di aggregazione di soggetti che intendono condividere e diffondere idee, conoscenze, esperienze e progetti nonché contribuire allo sviluppo della cultura d’impresa, dell’orientamento alla formazione ed alla crescita professionale dei giovani.

L’Associazione si pone come incubatore di idee che favorisca l’incontro ed il confronto fra operatori del sistema scientifico, culturale, economico, accademico ed imprenditoriale : il tutto con modalità innovative. Inoltre l’Associazione favorirà la crescita culturale, professionale e sociale degli associati.

L’Associazione perseguirà gli scopi sociali attraverso studi, ricerche, analisi, corsi, seminari, convegni, laboratori, workshop rappresentanze nonché tutte le iniziative scientifiche e culturali di particolare interesse. E’ altresì prevista la produzione e la pubblicazione di materiali didattici tradizionali e/o innovativi quali riviste e e-book canali streaming, o tutto quanto può promuovere e divulgare cultura ed economia

L’Associazione si adopererà anche per agevolare e promuovere l’occupazione, l’innovazione, l’internazionalizzazione, l’imprenditorialità e l’attrazione degli investimenti, adottando sistemi e metodi innovativi.

L’Associazione si propone inoltre di favorire occasioni di incontro, anche a carattere conviviale,  e di promuovere attività di orientamento e formazione, eventi culturali e seminari, anche mediante l’organizzazione di mostre, concerti e qualsiasi tipo di evento o manifestazione artistica e culturale.    

Per il perseguimento dei propri scopi sarà possibile :

♦ stipulare accordi di collaborazione con altri soggetti operanti in settori affini;

♦ avvalersi della collaborazione di professionisti esterni per prestazioni di carattere specifico;

♦ istituire borse di studio, partecipare a bandi di gara pubblici per fondi internazionali, comunitari, nazionali, regionali e locali per finalità collegate agli scopi sociali;

♦ realizzare, quale casa editrice,  ogni pubblicazione concernente lo scopo;

♦ esercitare, qualora necessario, attività commerciale ai fini di autofinanziamento (osservando le normative fiscali vigenti) ;

♦ avvalersi dell’opera di lavoratori dipendenti, prestatori di lavoro autonomo professionale;

♦ concludere accordi di sponsorizzazione al fine del perseguimento dell’oggetto sociale.

 

 

3- I SOCI FONDATORI

 

Soci Fondatori sono coloro che hanno ideato, condiviso e sostenuto la realizzazione del progetto, sottoscrivendo l’Atto costitutivo e lo Statuto. I Soci fondatori non sono tenuti al versamento della quota associativa annuale ma possono in qualunque momento apportare contributi per la realizzazione degli scopi associativi sotto qualsiasi forma (beni materiali, immateriali, contributi economici o professionali, etc).

Essi sono membri permanenti e di diritto del Consiglio Direttivo salvo che rinuncino a detta carica, anche solo temporaneamente,  dandone  comunicazione scritta al Presidente.

Con il parere favorevole dell'unanimità dei Fondatori identificati nel presente articolo possono assumere la qualifica di Soci Fondatori,  sino ad un numero massimo di cinque, altre personalità che vengano ritenute meritevoli di tale ruolo per le finalità dell'Associazione.

 

 

4- I SOCI

 

Possono associarsi all’Associazione Enti, Istituzioni pubbliche e private, persone fisiche e giuridiche che ne condividano le finalità istituzionali e che siano in possesso dei requisiti indicati dallo Statuto.

Si acquisisce  la qualifica di Associato con  inoltro di una domanda scritta, anche a mezzo mail, al Presidente del Consiglio Direttivo (in modo volontario o tramite presentazione da parte di un Associato) nella quale si avanza richiesta di adesione accettando integralmente norme e regolamento dell’Associazione tramite la sottoscrizione dello Statuto e avendo versato la quota associativa nei modi e nelle forme indicate nello Statuto e nel Regolamento.

La domanda di ammissione verrà valutata dal Consiglio Direttivo che, in caso di parere positivo, entro 10 giorni darà comunicazione, anche tramite e-mail, al richiedente.

 

Lo status di Associato si perfeziona all’atto del versamento della quota associativa, ed è personale; il mancato   versamento della quota associativa annuale sospende  qualunque diritto statutario  con la decadenza da detto status. 

Qualora la qualifica di Associato fosse  riconducibile ad un Ente o da una persona giuridica questi sarà rappresentata nei rapporti con l’Associazione ,  dal proprio legale rappresentante o da un proprio delegato che sarà individuato come referente diretto.

Tutti gli Associati possono partecipare a tutte le attività organizzate dall’Associazione e impegnandosi a fornire il proprio contributo volontario, ove richiesto.

Tipologie di Soci: 

FONDATORI

I soci definiti al precedente art. 3.

 ORDINARI

Tutti coloro che aderiscono all’Associazione versando la quota annuale stabilita dal Consiglio Direttivo.

 SOSTENITORI

Tutti coloro che aderiscono all’Associazione versando la quota annuale, così come deliberato dal Consiglio Direttivo mettendo a disposizione dell’Associazione somme aggiuntive, al solo fine di sostenere l’attività e le finalità dell’Associazione.

 ONORARI

Sono coloro che per particolari meriti legati all’attività scientifica o accademica, imprenditoriale, professionale, istituzionale e di diffusione delle materie oggetto di attività dell’…………………….. siano ritenuti, dal Consiglio Direttivo, meritevoli di essere iscritti d’ufficio nell’apposito registro.

Essi non sono tenuti a versare alcuna quota associativa e possono partecipare a tutte le attività scientifiche e culturali promosse da …………….

Gli Associati Onorari possono partecipare all’assemblea dei Soci senza diritto di voto e solo in veste consultiva

Ai Soci  Ordinari e Fondatori  del presente Statuto  è riconosciuto il diritto di voto, ferme restando le disposizioni statutarie  per:

♦ le elezioni delle cariche previste dallo Statuto

♦ l’approvazione del bilancio e rendicontazione annuale

♦ l’approvazione delle modifiche allo Statuto

 
 

DIRITTI E DOVERI

Tutti Soci godono i seguenti diritti:

♦ beneficiare di tutti i vantaggi offerti dall’Associazione nei modi e nei limiti fissati per ciascuna categoria prevista dal presente Statuto

♦ prendere visione del bilancio e/o rendiconto annuale

♦ presentare agli organi preposti eventuali osservazioni e/o suggerimenti in merito alla gestione annuale e sociale ed alla realizzazione di progetti e/o di attività di particolare interesse

Tutti gli Associati in regola con il versamento della quota associativa possono partecipare alle riunioni assembleari ed esercitare qualora previsto il diritto al voto.

 

Gli Associati hanno i seguenti doveri :

♦  osservare lo Statuto  quelle contenute in eventuali  Regolamenti  nonché le delibere emanate dal Consiglio Direttivo;

♦ mantenere un comportamento che non arrechi danni d’immagine e materiali all’Associazione compromettendone il buon nome;

♦  rispettare il versamento della quota associativa.

 

PERDITA DELLA QUALIFICA DI ASSOCIATO

La qualifica di Associato si perde per i seguenti motivi :

♦ dimissioni scritte al Presidente, anche a mezzo mail, 30 giorni prima della scadenza annuale dell’anno sociale;

♦ esclusione dovuta al mancato versamento della quota associativa entri i termini previsti;

♦ esclusione per comportamenti che ledano l’immagine dell’Associazione stessa e/o palesemente in contrasto con i principi e le finalità dello Statuto;

♦ esclusione dovuta ad inosservanza delle disposizioni statutarie e regolamentari, danni morali e/o materiali cagionati all’Associazione.

La delibera di esclusione è deliberata in modo irrevocabile dal Consiglio Direttivo.

Con la perdita della qualifica di Socio  nulla è dovuto a titolo di rimborso  delle quote associative versate e del patrimonio dell'Associazione e viene automaticamente a decadere ogni incarico ricoperto all'interno dell'Associazione e per suo conto all'esterno.

 

 5 - ORGANI SOCIALI 

Gli Organi sociali sono costituiti da :

a)     l’Assemblea degli Soci

b)     il Consiglio Direttivo

c)     Il Revisore dei Conti Monocratico se nominato

d)     il Presidente

e)     il Segretario Generale

 

a) L’ASSEMBLEA DEI SOCI 

L’Assemblea dei Soci  è l’organo sovrano ed è costituito dai  Soci Fondatori e  Ordinari

Tutti gli ammessi hanno lo stesso potere di voto e la stessa possibilità di intervento.

L’Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Assemblea indicato dal Presidente dell’Associazione, e nominato dall’Assemblea dei Soci.

Il Presidente dell’Assemblea nominerà  Segretario per la stesura del verbale.

L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria .

 

L’Assemblea ordinaria viene convocata almeno una volta all’anno e ad essa sono attribuiti i seguenti poteri:

1.       eleggere i membri del  Consiglio Direttivo e ne determina il numero su proposta dei Soci Fondatori, come disposto dal comma b. del presente articolo e il Revisore dei conti Monocratico, come previsto dal comma c. del presente articolo

2.      approvare i bilanci e rendiconti annuali presentati dal Consiglio Direttivo

3.      approvare gli eventuali regolamenti interni ed associativi proposti dal Consiglio Direttivo

4.      determinare la quota associativa annuale deliberare sugli altri argomenti che non rientrano nella competenza dell’Assemblea Straordinaria

 

All'Assemblea straordinaria compete:

-        deliberare sulle modifiche statutarie proposte dal Consiglio Direttivo con il parere favorevole obbligatorio e vincolante  della maggioranza dei Soci Fondatori di cui all'articolo 3

-        deliberare sullo in fase di scioglimento dell'Associazione sulla devoluzione del patrimonio con il parere favorevole  obbligatorio e vincolante della maggioranza dei Soci Fondatori di cui all'articolo 3.

 

In prima convocazione l'Assemblea ordinaria è validamente costituita con la presenza della metà più uno dei Soci  aventi diritto al voto; in seconda convocazione, da tenersi decorsi almeno 30 minuti dall'orario previsto per la prima convocazione, è validamente costituita con qualsiasi numero di Soci  aventi diritto al voto presenti.

L’Assemblea straordinaria è da ritenersi validamente costituita la presenza della metà di uno dei Soci aventi diritto al voto.

Ciascun Socio  ha diritto a un voto e può intervenire  all’Assemblea personalmente o tramite delega scritta anche a mezzo mail, ad altro Socio;  ogni Socio può detenere al massimo tre deleghe.

La delega dovrà essere consegnata al Presidente dell’Assemblea al momento dell’apertura della stessa, e conservata agli atti.

L'Assemblea ordinaria delibera con il voto favorevole della maggioranza dei Soci presenti.

L’Assemblea straordinaria delibera con il voto favorevole di almeno ¾ dei presenti.

Per le  delibere assembleari deve essere redatto verbale controfirmato dal Presidente  dell’Assemblea e dal Segretario. Ogni verbale assembleare deve essere conservato in un apposito Libro.

L'Assemblea sia ordinaria che straordinaria viene convocata a mezzo mail ovvero per lettera raccomandata a/r  o per fax almeno 15 giorni prima della data fissata per l'adunanza.

L’Assemblea può considerarsi validamente tenuta anche a mezzo conference call o videoconferenza.

Delle Assemblee ordinarie e straordinarie è redatto apposito verbale che viene approvato alla fine delle stesse Assemblee.

 

b)  IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo si compone di un numero di Consiglieri compreso tra 3 e 11 scelti per almeno due terzi tra i Soci Fondatori, salvo volontà contrarie del singolo avente diritto, e per la restante parte tra i Soci Ordinari aventi diritto di voto.

Il candidato al Consiglio Direttivo, deve aver maturato un'anzianità associativa di almeno tre anni, e la candidatura dev’essere sottoscritta da un Socio Fondatore.

Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni e i suoi membri possono essere rieletti.

L'elezione dei membri del Consiglio Direttivo può essere effettuata con:  voto segreto voto palese o per acclamazione. La  modalità  di esercizio di voto è determinata dall’Assemblea.

In caso di morte o dimissioni di un Consigliere prima della scadenza del mandato, il Consiglio provvederà alla sua sostituzione mediante cooptazione. Qualora per qualsiasi motivo venga a mancare la maggioranza dei Consiglieri, l'intero Consiglio Direttivo si intenderà decaduto e dovrà essere rinnovato.

Il  Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente con avviso scritto da inviarsi almeno 7 giorni prima della riunione;  il Consiglio Direttivo è validamente costituito con la presenza di almeno tre Consiglieri e il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

Al Consiglio Direttivo spettano tutti i poteri per la gestione dell'Associazione salvo quanto è riservato per competenza dell'Assemblea e al Presidente dalla legge e dal presente Statuto.

In particolare al Consiglio Direttivo spetta:

1.       Eleggere il Presidente dell’Associazione ;

2.      dare esecuzione delle delibere assembleari ;

3.      assumere tutte le decisioni atti a promuovere le finalità dell'Associazione e garantire il buon andamento della stessa ;

4.     redigere i bilanci e rendiconti annuali da sottoporre all'assemblea per la relativa approvazione ;

5.       predisporre il programma delle attività sociali, valutare e deliberare sui suggerimenti e le proposte dei Soci ;

6.      redigere, ove previsto, eventuali Regolamenti interni da sottoporre all’Assemblea ;

7.      deliberare sulle domande di adesione all'Associazione e provvedere all'esclusione degli Associati ;

8.       redigere un rendiconto riepilogativo delle attività sociali ;

9.      conferire incarichi ad associati e/o terzi mediante la stipula di rapporti di lavoro autonomo subordinato o professionale.

E’ ammesso nei confronti dei Consiglieri un gettone di presenza ed il rimborso delle spese vive documentate ed eventualmente sostenute entro i limiti preventivamente stabiliti dal Consiglio Direttivo.

 

c) IL REVISORE DEI CONTI MONOCRATICO

 Il Revisore dei Conti monocratico è eletto dall'assemblea dei Soci, ove proposto dal Consiglio Direttivo, e dura in carica tre anni.

E’  compito del Revisore dei Conti:

10. vigilare e controllare  la gestione amministrativa dell'Associazione;

11.  redigere la relazione sul bilancio consuntivo da presentare all'approvazione dell'Assemblea generale.

Il Revisore dei Conti esegue le opportune verifiche trimestralmente e può assistere alle riunioni dell'Assemblea. 

d) IL PRESIDENTE

 Il Presidente è eletto tra i Soci fondatori facenti parte del Consiglio Direttivo.

Il Presidente nomina a Sua volta uno o più Vice Presidenti scelto tra i membri del Direttivo dando ad uno di essi la qualifica di Vicario.

Sia il Presidente che il o i  Vice Presidente/i durano in carica tre anni; la nomina è rinnovabile.

Al Presidente dell’Associazione spetta la rappresentanza dell’Associazione di fronte ai terzi e in giudizio, oltre a quanto previsto dal presente statuto.    

Il Presidente:

1. ha la rappresentanza politica e legale dell’Associazione;

2. propone al Consiglio Direttivo su indicazione dei Soci Fondatori, il Direttore      Generale;

3. ha la gestione ordinaria dell’Associazione e dà esecuzione alle deliberazioni del Consiglio Direttivo

4. può delegare, in tutto o in parte, le proprie funzioni ad uno o più membri del Consiglio Direttivo anche congiuntamente;

5. può richiedere consulenza o assistenza a soggetti esterni alla struttura dell’Associazione ed attribuire loro incarichi particolari se non onerosi;

6. convoca e presiede il Consiglio Direttivo ed indica all’Assemblea dei Soci per la Sua nomina e il Presidente dell’Assemblea .

Il Vice Presidente Vicario sostituisce il Presidente in tutte le sue funzioni, su delega scritta di quest’ultimo, ovvero, in assenza di delega, in caso di oggettivo impedimento del Presidente stesso.

Per lo svolgimento delle loro mansioni sia per Presidente che per il Vice Presidente Vicario e gli altri eventuali Vice Presidenti con deleghe spetta un rimborso, anche forfettario, di eventuali spese sostenute anche in relazione ai doveri che la carica comporta.

e)     IL SEGRETARIO GENERALE

Il Segretario Generale viene nominato dal Consiglio Direttivo su proposta del Presidente da indicazione dei Soci Fondatori e dura in carica sino a revoca con le stesse modalità di nomina. Nelle sue funzioni ha ampia autonomia organizzativa, di coordinamento, operativa e progettuale al fine di rendere efficaci tutte quelle attività volte al perseguimento del fine associativo.

Al Segretario Generale sono anche delegate funzioni amministrative.

Al Segretario Generale, su indicazione dei Soci fondatori, oltre al rimborso spese, è previsto un compenso commisurato all’impegno deliberato dal Consiglio Direttivo.

Il Segretario Generale può dimettersi dall’incarico con lettera raccomandata inviata al Presidente con preavviso di 30 giorni .

 

6 - ALTRE ATTIVITÀ 

E’ facoltà del Consiglio Direttivo istituire con propria delibera  gruppi di studio,  laboratori, centri di ricerca, istituti, dipartimenti e altre strutture idonee all'espletamento da parte dei Soci  individuati dello stesso Consiglio di attività di ricerca, studio, formazione e ulteriore attività operative che investano particolari settori o materie e si prestino ad essere esercitati in maniera più efficiente attraverso una gestione strutturata dei compiti. Tali articolazioni avranno mera rilevanza interna. Resta impregiudicata in capo al Presidente la rappresentanza giuridica dell'Associazione. Ciascuna  articolazione potrà essere soppressa con atto avente la stessa forma di quello con cui è stata istituita.

E’ inoltre nella competenza del Consiglio Direttivo di conferire e/o revocare ai Soci e ai terzi eventuali incarichi e/o mandati per lo svolgimento di attività a generale beneficio dell' Associazione o degli obiettivi che Essa si prefigge.

Ai soggetti coinvolti nelle singole articolazioni ovvero agli incaricati non è consentito delegare atti che implicano l'assunzione di obbligazioni da parte dell'Associazione salvo motivi eccezionali adeguatamente discussi e specificatamente approvati dal Consiglio Direttivo.

Le implementazioni e il funzionamento della struttura organizzativa di cui sopra sono da effettuarsi senza aggravio di spese per l' Associazione previa verifica della disponibilità degli interessati ad operare in modo gratuito e volontario.

Delle attività deliberate dal Consiglio Direttivo in forza del presente articolo, il Consiglio stesso è tenuto a riferire periodicamente ai Soci.

 

 

7 - IL PATRIMONIO DELL’ASSOCIAZIONE 

Il patrimonio dell’Associazione, o fondo comune, è costituito dalle entrate dell’Associazione derivanti da :

-        Quote associative ;

-        Donazioni, erogazioni, lasciti testamentari e legati, e/o ogni altra entrata, provento o contributo destinato al perseguimento dello scopo dell’Associazione ;

-        Contributi da Enti pubblici e/o privati finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi realizzati nell’ambito dei fini statutari ;

-        Proventi dalla cessione di beni ;

-        Proventi della cessione anche di beni immateriali;

-        Proventi resi dalla prestazione di servizi, anche nell’ambito dell’attività economica e professionale ;

-        Entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al funzionamento dell’Associazione, quali feste, sottoscrizione di premi ecc..

-        Sponsorizzazioni

 

L’esercizio sociale inizia il 1’ gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.

Solo il primo esercizio avrà inizio con la data di costituzione dell’Associazione e terminerà al 31.12.2021


 

8 - DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE

 

Per il primo triennio il Consiglio Direttivo sarà composto dai soci Fondatori di cui all'art. 3 del presente Statuto.

Per i primi tre anni dalla costituzione dell’Associazione il Presidente ed il Vice Presidente Vicario saranno scelti tra i Soci Fondatori.

Qualora lo riterrà opportuno il Consiglio Direttivo disporrà uno o più regolamenti interni, contenenti modalità di funzionamento di specifiche procedure relative alla vita associativa

Con la sottoscrizione del presente Statuto i Soci Fondatori ne accettano integralmente i contenuti.

Lo stesso vale per i nuovi Soci.

Per tutto quanto non previsto dal presente Statuto si farà riferimento alle disposizioni di Legge

Il presente Statuto si compone di n.7 pagine, comprendenti n. 8 articoli, compilato in cinque  originali.

 

Milano, li 15 Giugno 2020

FILASC

Sede Legale

P.zza Cavour, 12 20121 Milano

P.IVA 97871330151

Email: info@filasc.it

Phone: +393518685150

  • Facebook
  • LinkedIn

Iscriviti alla nostra Newsletter

© 2020 by  FILASC. Proudly created by Luca Bacini - MB4.0 |  Privacy Policy e Cookie Policy